AUBERTIN BERNARD

Dessin de Feu Circulaire

Anno: 2007
Tecnica: Smalto e collage di fiammiferi bruciati su tavola
Dimensione: 120x80 cm
Status: Disponibile
Dettagli aggiuntivi
Richiedi informazioni

AUBERTIN BERNARD

Bernard Aubertin nasce nel 1934 in Francia, a Fontenay-aux-Roses. Autodidatta, il suo lavoro inizialmente risente dell'influenza di Futurismo e Cubismo. Nel 1957 incontra Yves Klein, che sarà il suo ispiratore. Nel 1958 realizza i Rouge Total e poi i Tableaux Feu (tele monocrome rosso fuoco), i Tableaux Clous (tavole con chiodi), i Tableaux Fil de Fer (tavole con fili di ferro), i Parcours d’Allumettes (collages di fiammiferi). Le opere vedono l'utilizzo dei materiali più disparati. Il senso del suo lavoro è esprimere l'energia dell'anima e il colore è l'espressione della forza. E' solo il primo passo: gli anni '60 vedono l'introduzione del fuoco e della combustione, agenti spontanei tramite cui crea composizioni astratte. Il fuoco non è più elemento distruttore bensì creatore. Nel 1962 Aubertin fonda, insieme a Heinz Mack, Otto Piene e Piero Manzoni, il Gruppo Zero che rappresenterà un movimento rivoluzionario nel panorama Europeo e Mondiale dell'epoca. Negli anni '70 partecipa a Documenta Kassel. Gli anni ’80 e ’90 lo vedono realizzare numerose performances in cui da alle fiamme pianoforti e automobili, sempre col rosso come colore predominante e trait-d-union tra le varie discipline con cui si esprime. Si trasferisce in Germania nel 1990 e lì opera fino agli ultimi anni, in cui la sua attività è particolarmente intensa e prolifica e in cui il rosso, suo marchio di fabbrica, viene affiancato dai colori grigio, bianco, nero e oro, sempre monocromi. Muore a Reutlingen nel 2015. (testo di Giorgio Vaiani Lisi)

Leggi tutto Chiudi

Iscriviti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sulle opere e sulle mostre della galleria