LOFFREDO SILVIO ©

"Battistero"

Artista:
Titolo:
Anno: Anni '70
Tecnica: Olio su tela
Dimensione: 40x50 cm
Status:
Richiedi informazioni

LOFFREDO SILVIO

Silvio Loffredo nasce a Parigi, a Montparnasse, nel 1920 da genitori italiani. È il padre Michele, pittore di vena naturalista, a educarlo all'arte, indicandogli il senso della misura e l’arte di dosare i colori. Loffredo frequenta, successivamente, la scuola di nudo alla Grand Chaumière. Al termine della guerra si diploma all’istituto d'arte di Siena. Amerigo Bartoli è il maestro che frequenta all’Accademia di Belle Arti a Roma, città che abbandona per Firenze dove incontra Ottone Rosai e studia con Primo Conti, Ugo Capocchini e, soprattutto, Celestino Celestini. Negli anni Sessanta segue, a Salisburgo, le lezioni di Oskar Kokoschka, da cui deriva la forte tensione cromatica di ascendenza espressionistica e, di pari passo, procede nella realizzazione, già intrapresa a partire dai primi anni Cinquanta, insieme al fratello Victor, di film sperimentali, un interesse questo che l’artista ha continuato a coltivare fino a oggi e che ha trovato numerosi riconoscimenti, in occasione di rassegne internazionali di film d’autore, in Europa e in America. Con i primi anni Sessanta giungono riconoscimenti internazionali. Firenze, tuttavia, rimane il centro della sua attività ed è qui che svolge anche il suo lavoro didattico che, dal 1973, si esplica presso l’Accademia di Belle Arti dove è titolare della classe di pittura. Temi ricorrenti della sua famosa produzione artistica sono i Battisteri e i Bestiari con cui partecipa a numerosissime mostre sia in Italia che all’estero. È ripetutamente presente alla Biennale di Venezia. Il 12 giugno 2003, Loffredo riceve la medaglia d’argento alla carriera dedicata all’arte. Una sua pittura è conservata presso il Sacrario dell’Infanzia presso il Villaggio Scolastico Artigiano di Signa. Muore a Trebiano Magra nel 2013.

Leggi tutto Chiudi

Iscriviti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sulle opere e sulle mostre della galleria