TURCATO GIULIO

"Fluorescente"

Artista:
Titolo:
Anno: 1968
Tecnica: Olio e sabbia su tela
Dimensione: 50×100 cm
Status: Disponibile
Richiedi informazioni

TURCATO GIULIO

Giulio Turcato nasce a Mantova nel 1912. Nel 1920 si trasferisce a Venezia, dove frequenta il Ginnasio, la Scuola Arte, il Liceo Artistico e la Libera Scuola di Nudo. I primi paesaggi e nature morte datano al 1926, e al 1932 la partecipazione alla prima mostra collettiva.Fra il 1934 e il 1936 lavora a Venezia nello studio dell’architetto Breddo ed espone in collettive a Firenze e a Venezia. In seguito è a Palermo per il corso allievi ufficiali. Nel 1937 si trasferisce a Milano, dove lavora come disegnatore e mosaicista nello studio dell’architetto Mauzio, e tiene la prima mostra personale. Nel 1940 espone in una mostra collettiva alla Galleria Grande di Milano. L’anno dopo si reca a Roma per un breve viaggio di convalescenza dopo una malattia. Nel 1942-1943 è di nuovo a Venezia: insegna disegno alla scuola di avviamento professionale di Portogruaro e presenta Maternità alla XXIII Biennale: è la prima delle sue numerosissime partecipazioni alla rassegna veneziana. Si sposta nuovamente, e definitivamente, a Roma nel 1943, presentando una Natura Morta alla IV Quadriennale, e opere come Paesaggio e Veduta di Chioggia. In una collettiva allo Zodiaco con Scialoja, Vedova, Leoncillo ed altri. L’anno successivo è presente in una collettiva al Secolo, in Arte contro la barbarie. Nel 1945 è tra i fondatori dell’Art Club, e aderisce alla Libera associazione arti figurative, partecipando alle mostre di gruppo. Ha una personale con Angelo Savelli alla Galleria San Marco di Roma, ove presenta opere come Villa Medici, Valle Giulia e Cantiere Notturno. L’anno successivo partecipa all’Esposizione d’Arte Italiana Contemporanea  che si tiene al Museo Nazionale di Varsavia e sottoscrive il manifesto della Nuova secessione artistica italiana. Il 15 marzo 1947 è tra i fondatori del gruppo Forma, promosso dalla rivista Forma 1 per la quale redige anche il testo Crisi della pittura. Espone con Dorazio, Guerrini e Perilli all’Art Club. In giugno partecipa alla mostra del Fronte Nuovo delle Arti alla Spiga di Milano. In questo anno tiene una personale da Chiurazzi a Roma.Nel 1948 è a Milano e a Venezia con Consagra per incontrare Dova, Fontana, Munari, Pizzinato, Reggiani, Soldati, Viani e invitarli alla mostra Arte Astratta in Italia che si terrà alla Galleria di Roma in marzo-aprile. Nel mese di marzo partecipa alla mostra Arte Oggi organizzata dagli astrattisti fiorentini al Palazzo Strozzi di Firenze e alla V Rassegna Nazionale di Arte Figurative promossa dalla Quadriennale alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna.

Leggi tutto Chiudi

Iscriviti alla newsletter.

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti sulle opere e sulle mostre della galleria